L' OLIO E IL VINO

L’Olio extra vergine di oliva è uno dei protagonisti della grande cucina italiana e della dieta mediterranea, dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. La pizza è per noi la migliore occasione per diffondere la cultura dell’olio d’oliva extra vergine, un prodotto dalla forte connotazione geografica e identitaria.

Territorio

Tenuta Pennita
Terra del Sole (FC)
Selezione Alina

Campagna 2015

Gianluca Tumidei è il migliore olivicoltore dell’Emilia Romagna.

Il selezione “Alina” è l’espressione più autentica della cultivar Nostrana di Brisighella proveniente da ulivi secolari tra le colline di Brisighella e il territorio di Castrocaro e Terra del Sole. L’annata è stata ottima: netti i profumi di cardo, carciofo e foglie di pomodoro.

Carattere

Azienda Agricola Bartolucci, Monsano (AN)
Monovarietale Mignola
Campagna 2015

Già nel Medioevo la coltura dell’oliva era diffusa sul teritorio marchigiano grazie all’opera dei monaci che si adoperavano per produrre olio di qualità destinato soprattutto alla raffinata Repubblica di Venezia. L’azienda produce olio da tre generazioni ed è situata vicino a Jesi, in leggera collina, proprio di fronte al mare. Il Monovarietale Mignola, cultivar autoctona, è prodotta con le piante secolari dell’azienda alcune delle quali risalgono addirittura al Settecento. Piacevole e persitente nei profumi e nel gusto con evidenti sentori di mandorla. Dedicato a chi ama l’amaro e il piccante.

Equilibrio

Bonfanti, Noto (SR)
Campagna 2015

L’azienda agricola Bonfanti opera dal 2000 in regime biologico.
Quest’olio valorizza le principali cultivar che da sempre si utilizzano nella tradizione popolare della Valle di Noto: Moresca, Biancolilla e Nocellara. I profumi intensi che richiamano il pomodoro e la cicoria non alterano un piacevole finale dolce ed equilibrato.

Profumi

Frantoio Ranchino, Orvieto (TR)
Femmine
Campagna 2015
‘O Fiore Mio ama gli oli umbri. Vi presentiamo dunque un’altra testimonianza di come questa regione sia un modello per l’olio italiano di qualità anche a livello paesaggistico, visto che non c’è zona dell’Umbria dove non ci siano uliveti. Il “Femmine” è un blend di Franotio, Leccino e Pendolino, tipiche cultivar del territorio attorno a Orvieto e che hanno la peculiarità di crescere su terreni vulcanici. Profumi molto fini ed armonici con note di mandorla ed erbe.

 

Il vino

Con ‘O Fiore Mio abbiamo cercato di riaprire il discorso sul vino, l’italianissimo vino, attraverso una selezione di etichette che ruota ogni tre mesi e che spazia da prodotti semplici e popolari a bottiglie più raffinate nel tentativo di non banalizzare il mondo che gira attorno a questa pietanza e ai suoi abbinamenti. In carta abbiamo sempre una piccola proposta di vini del territorio.

A fare da filo conduttore una certa sensibilità verso i vini prodotti nel modo più naturale possibile, uve biologiche e biodinamiche, fermentazioni con lieviti indigeni e nessuna aggiunta di prodotti enologici. Questo perché la digeribilità, e di conseguenza i valori della salubrità, sono un obiettivo del nostro lavoro, un risultato che è la sintesi delle scelte sulla filiera delle materie prime, sulle lievitazioni e anche sulle bevande.