PIZZA GOURMET è il tema del nuovo appuntamento IN THE KITCHEN TOUR:
la jam session culinaria organizzata da CHIC – Charming Italian Chef e dedicata al BtoB.

Lunedì 3 settembre, L’Albereta Relais & Châteaux, Erbusco (BS)

Milano, agosto 2018 – Il 3 settembre torna l’appuntamento con In The Kitchen Tour, il circuito BtoB ideato ed organizzato dall’associazione CHIC – Charming Italian Chef con l’obiettivo di far incontrare, in una piacevole jam session culinaria, i professionisti della ristorazione con i produttori nazionali del settore e con le eccellenze dell’enogastronomia locale.

La tappa di inizio settembre avrà luogo in Franciacorta nella suggestiva cornice de L’Albereta Relais & Châteaux dalle 10,30 alle 14,30; sarà la sola dell’anno dedicata alla pizza gourmet e seguirà lo schema collaudato negli anni che prevede la preparazione di piatti utilizzando le materie prime messe a disposizione dalle aziende invitate all’evento. Nel corso della mattinata oltre una cinquantina di chef e pizzaioli provenienti da tutta Italia creeranno, guidati dall’improvvisazione del momento, pizze gourmet a 4 e più mani.

L’evento organizzato da CHIC, unico nel suo genere per la commistione di figure professionali coinvolte – che rispecchia l’anima fondante dell’Associazione -, vuole sottolineare la rivoluzione in atto nel mondo della pizza gourmet che pone al centro del mestiere di pizzaiolo la ricerca, l’attenzione agli ingredienti, la conoscenza del territorio, esattamente come l’evoluzione che la cucina ha intrapreso già da tempo.

A fare gli onori di casa Fabio Abbattista e Franco Pepe, e insieme a loro, i professionisti impegnati a scoprire, inventare e cucinare la loro ricetta saranno:
soci CHIC
o Paolo Barrale – Ristorante Marennà di Sorbo Serpico (AV)
o Alessandro Bellingeri – Osteria Acquarol di Appiano (BZ)
o Armando Beneduce – Ristorante Nascostoposto di Terni (TR)
o Enrico Bergonzi – Ristorante Al Vèdel di Colorno (PR)
o Gabriele Bonci – Panifico Bonci e Pizzeria Pizzarium di Roma
o Renato Bosco – Pizzeria Saporè di San Martino Buon Albergo (VR)
o Giancarlo Casa – Pizzeria La Gatta mangiona di Roma
o Umberto De Martino – Ristorante Florian Maison di San Paolo d’Argon (BG)
o Paolo De Simone – Pizzeria Da Zero di Vallo della Lucania (SA)
o Edi Dottori – Ristorante Sala della Comitissa di Civita Castellana (VT)
o Davide Fiorentini – Pizzeria ‘O Fiore Mio di Faenza (RA)
o Alessandro Gilmozzi – Ristorante El Molin di Cavalese (TN)
o Fabio Groppi – Ristorante Dolomieu di Madonna di Campiglio (TN)
o Denis Lovatel – Pizzeria Da Ezio di Alano di Piave (BL)
o Matteo Maenza – Ristorante La Grande Limonaia di Gargnano (BS)
o Pier Giorgio Parini – Chef consulente
o Marco Visciola – Ristorante Il Marin di Genova (GE)

altri protagonisti:
o Marco Acquaroli – Ristorante Dispensa Pani e Vini Franciacorta di Adro (BS)
o Giacomo Carlizza – Pizzeria Agricola di Rosolina Mare (RO)
o Stefano Cerveni – Ristorante Due Colombe di Cortefranca (BS)
o Louis Corzani – Pizzeria Officine – La Fabbrica del Buon Gusto di Belluno (BL)
o Diego Crosara – Pastry Chef
o Gianni Di Lella – Pizzeria La Bufala di Maranello (MO)
o Angelo Di Lieto – Pizzeria La Fenice di Belluno (BL)
o Gianni Dodaj – Pizzeria Focacceria Fantasy di San Donà di Piave (VE)
o Michele Franco – Pizzeria P di Lissone (MB)
o Alberto Gipponi – Ristorante Dina di Gussago (BS)
o Leandro Luppi – Ristorante Vecchia Malcesine di Malcesine (VR)
o Livio Mancini – Pizzeria El Gringo di Calalzo di Cadore (BL)
o Giovanni Mandara – Pizzeria Piccola Piedigrotta di Reggio nell’Emilia (RE)
o Jacopo Mercuro – Pizzeria 180 gr. di Roma
o Matteo Moretti – Ristorante Lo Scalo di Pieve Ligure (GE)
o Antonio Pappalardo – Ristorante La Cascina Dei Sapori di Rezzato (BS)
o Augusto Pasini – Lanzani Bottega & Bistrot di Brescia (BS)
o Roberto Proto – Ristorante Il Saraceno di Cavernago (BG)
o Alessandro Racca – Carpigiani Gelato University di Anzola dell’Emilia (BO)
o Alessio Rovetta – Pizzeria Dei Sette Ponti di Cenate Sopra (BG)
o Riccardo Scalvinoni – Osteria Della Zia Gabri di Brescia (BS)
o Pier Daniele Seu – Pizzeria Seu Illuminati di Roma
o Tommaso Spagnolo – N.O.I. Restaurant di Bergamo (BG)
o Michele Valotti – Trattoria La Madia di Brione (BS) e Alimento di Brescia
o Alfonso Vitelli e Alessandro Regolo – Ristorante Areadocks di Brescia (BS)
o Mauro Vielmi – Ristorante da Sapì di Esine (BS)
o Stefano Vola – Pizzeria Vola Bonta’ per Tutti di Santo Stefano Belbo (CN)
o Guglielmo Vuolo – Pizzeria Guglielmo Vuolo di Verona (VN)
o Federico Zordan e Paolo Centomo – Pizzeria San Martin di Cornedo Vicentino (VI)
o Graziano Bertuzzo – Pizzeria Brian Eraclea (VE)
o Un pizzaiolo della Pizzeria Spaccio di Coriano (RN)
o Ian Spampatti – La Lanterna di Dorga di Castione della Presolana (BG)
o Corrado Scaglione – Pizzeria Lipen di Triuggio (MB)

1. Numerosi i produttori, partner di CHIC a livello nazionale, che rendono possibile l’evento offrendo in assaggio le proprie specialità culinarie: Acqua Valverde, Agugiaro & Figna, Birra Amarcord, Carpigiani, Ferro Wine, Forni Moretti, FSG Italia, Gico Cucine, Il Borgo del Balsamico, Koppert Cress, La Campagnola, Nespresso, Piazza, Riso Buono, Royale, Selecta, Spirito Contadino, Trabo e Winecave, Hiramas Kingfish, CHS Group.

A loro, per l’occasione, si aggiungono produttori locali d’eccezione come: Al Berlinghetto, Apicoltura Lares, Azienda Agricola Emilio Stroppa, Azienda Agricola Leonardo, Azienda Agricola Maroni, Azienda Contadi Castaldi Franciacorta, Azienda Fapanni, Bio Fattoria Paradello, Cusmai – Mozzarella Mia, La Regina Del Bosco, La Via Lattea, Le Frise, Pescheria Montisola, Polastri, Alimento.

CHIC-Charming Italian Chef è un’associazione che riunisce oltre cento professionisti italiani e stranieri capaci di riscrivere, con estro, un universo di sapori che nasce dall’incontro di territori e prodotti unici. Particolarità di CHIC, unica nel panorama associativo italiano, è la presenza nel gruppo di anime e professionalità diverse, tutte di grandissimo profilo, quali chef, pizzaioli, pasticcieri, gelatieri e panificatori.
Per questo, sin dalla sua fondazione nel 2009, Chic è stata riconosciuta come punto di riferimento per le aziende del settore Ho.Re.Ca., e si è prefissa il compito di educare il consumatore al gusto e alla cultura della cucina di qualità, attraverso attività e serate a tema guidate dai 3 principi su cui si basa l’associazione: Semplicità, intesa come umiltà e messa al servizio del cliente, Sostenibilità, perseguita con la costante ricerca della qualità, attenzione alle tecnologie e valorizzazione della filiera di prodotto, e Salubrità, promossa con una corretta alimentazione, valorizzazione della qualità delle materie prime, delle cotture delicate e degli accostamenti di ingredienti.

L’Albereta Relais & Châteaux si adagia sulle rotonde sinuosità della collina Bellavista, completamente immersa nel paesaggio suggestivo della Franciacorta. Qui la magnificenza della natura circostante – i giardini botanici, le sculture, le vigne antiche – si fonde con un ideale di benessere che coinvolge i sensi, attraverso la cura dell’ospite, l’alimentazione, i trattamenti wellness. Antica villa padronale dei primi del Novecento, L’Albereta è ora un relais di charme di proprietà della famiglia Moretti, da sempre legata a queste terre. Un luogo dove cedere ai piaceri del palato al ristorante gastronomico LeoneFelice o al VistaLago Bistrò, la cui terrazza apre la vista sul Lago d’Iseo, o gustare una pluripremiata pizza accompagnata da vini eccellenti al chiosco La Filiale. Oppure dedicarsi a una perfetta remise-en-forme presso l’Espace Chenot Health Wellness Spa: 2.000 mq di pura vitalità e benessere, dedicati a coloro che desiderano recuperare le energie e ritrovare la perfetta forma fisica e mentale. Con il suo meraviglioso Parco, punteggiato da sculture di arte contemporanea, e le sue cinque eleganti sale, dai volumi modulari, il relais in Franciacorta L’Albereta è la location ideale anche per eventi e meeting, da ricordare per sempre. Situata in punto strategico della Lombardia, a pochi chilometri dal romantico Lago d’Iseo, L’Albereta è l’ideale punto di partenza per itinerari su misura: da qui è possibile raggiungere in breve tempo le principali città d’arte del Nord Italia, quali Milano, Bergamo, Verona e Venezia.